0Giorni0Ore0Minuti

EBB AND FLOW

mostra personale di Craww

Dal 6 maggio al 3 giugno 2017

Vernissage sabato 6 maggio dalle 20.00 in poi, in presenza dell’artista

Nero Gallery è lieta di presentare “Ebb and Flow”, la prima mostra personale in Italia dell’artista inglese Craww. “Ebb and Flow” è una raccolta di dipinti e disegni che ruota attorno al fascino per le ambiguità della natura e dell’uomo. L’artista indaga e ricrea la visione della donna, la rappresenta come fosse una creatura fiabesca, una Musa, sublimandola ed elevandola ad una dimensione non umana, ma vicina al divino.

Le donne di Craww sono in continua trasformazione. La metamorfosi è catturata nel corso del suo svolgimento, nel massimo momento di tensione tra oscurità e luce, dinamismo e staticità, poiché queste Muse si sforzano di trovare un equilibrio nel flusso e riflusso della vita.

Ogni quadro ha in sé una creatura femminea, ma differenti sono le visioni e i contesti in cui ella viene rappresentata. A volte si mescola e dialoga con creature animali e altre volte con creature floreali.

La serie intitolata “Murder”, rappresenta il binomio tra la donna e il corvo, che, se comunemente ha un significato negativo di morte e corruzione, in alchimia ha il significato di morte e resurrezione. Il corvo simboleggia infatti la fase alchemica della Nigredo, cioè il passo iniziale nel percorso di creazione della pietra filosofale, in cui occorre far morire tutti gli ingredienti alchemici per farli poi rinascere in una nuova sintesi.

Gli animali sono presenti in quasi tutte le sue opere e tutti i riferimenti ad essi provengono dalla mitologia. Il coniglio, ad esempio, è simbolo di bellezza, sessualità ardente e, per la sua rinomata prolificità, diventa emblema indiscusso di fertilità. Nella mitologia classica i Cupidi sono spesso rappresentati con dei conigli.

Il coniglio è inoltre un simbolo lunare: dorme nelle ore diurne e vive durante la notte, illuminato dalla brillante luce riflessa del nostro satellite naturale. Esso si connette strettamente alla Luna, e, attraverso essa, alla Madre Terra e all’acqua fecondante, nel nome della rinascita in un cerchio senza fine.

L’airone invece, per la sua natura distaccata e schiva, è simbolo di timidezza, silenzio, meditazione e sapienza divina. Per questo è associato nella mitologia cristiana a Cristo. L’airone sente prima la tempesta, cerca riparo e invita alla prudenza. Per gli egizi questo animale funge da ponte tra diversi mondi, incarnando l’idea di immortalità e di saggezza.

Ogni lavoro di Craww ha in sé la melanconia, la rabbia, il dolore e la caducità umana ma anche il dinamismo del movimento, il desiderio, l’estasi e la determinazione che si manifestano in una dimensione di rinascita.