0Settimane0Giorni0Ore0Minuti

KRYPTOPHILIA – SILVIA FAIETA

curata da Giulia Capogna e Daphnee Thibaud

vernissage sabato 16 aprile 2016 ore 19:00

L’artista  Silvia Faieta vive e lavora a Roma dove ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettronica. Gli studi scientifici hanno sempre accompagnato quelli artistici, influenzando gli strumenti espressivi e tecnici dei suoi lavori.

Kryptophìlia, è un progetto d’indagine e analisi del sé attraverso lo studio della numerologia, della simbologia esoterica e della razionalità delle forme.

La mostra si comporne di 13 sculture che rappresentano e formano una sorta di città immaginaria.

Questa costruzione fantastica racchiude al suo interno un segreto che può essere svelato attraverso l’interpretazione numerologica ed esoterica delle opere.

Un’indagine questa che non si limita esclusivamente all’aspetto soggettivo ma vuole, anche coinvolgere lo spettatore attraverso l’interpretazione personale di numeri e di simboli.
Lo stesso dualismo si ritrova nella scelta cromatica dell’artista: il bianco e il nero incarnano la concretezza della materia e l’astrazione dello spirito.
L’osservatore, quindi, è libero d’immaginare l’opera del colore ad esso più affine, mentre quest’ultima potrà conservare il tratto distintivo dell’artista attraverso la sua forma.

Kryptophìlia è, quindi, l’amore per il segreto. Un segreto però che non cela, ma che rivela, perché custode dell’essenza fondante dell’Io. Un amore per il “celato” che diviene scoperta o riscoperta di ciò che non può essere separato dalla nostra esistenza e che ne rappresenta la sua ragion d’essere.